fbpx
Home > Destination > VIAGGIO NELLA PROVENZA INTERNA

VIAGGIO NELLA PROVENZA INTERNA

Senanque
VIAGGIO NELLA PROVENZA INTERNA

VIAGGIO NELLA PROVENZA INTERNA

Sei giorni per visitare i paesi più caratteristici della Provenza interna. Con base a Valence e Aix en Provence. Tra i luoghi più interessanti il borgo di Montélimar, la Fontaine de Vaucluse, il parco del Luberone e l’antica Apt. Ma anche il Rustrel detto il Colorado Provenzale e l’Abbazia di Valsaintes. A Grasse visita della famosa Profumeria Fragonard. A Nizza visita del Museo Chagall.

PROGRAMMA

28/05 – La Spezia – Valence

Incontro dei partecipanti nei luoghi convenuti, partenza in pullman per Valence, passando per il traforo del Fréjus, pranzo libero lungo il percorso, arrivo a Valence, breve visita libera della città trasferimento in hotel, sistemazione in camera, cena e pernottamento.

29/05 Valence – Montélimar –Pranzo libero-Vaison la Romaine- Nyons – Crest -Valence.

Prima colazione in hotel, partenza per escursione giornaliera, in pullman. Sosta e visita di Montélimar, dal ricco patrimonio culturale. Oggi il centro storico è pedonalizzato e presenta molti monumenti come la Casa di Diane de Poitiers, l’Hôtel du Puy Montbrun, Hôtel de Chabrillan, la chiesa di Ste Croix, la porta St-Martin, il castello degli Adhémar, oggi centro di arte contemporanea. La città è famosa per il Torrone, fabbricato oggi da circa 10 artigiani. L’escursione prosegue alla scoperta di Vaison-la-Romaine che vanta un importante patrimonio d’epoca romana, ma Vaison-la-Romaine si trova anche un centro medievale: la Città Alta. Le vestigia gallo-romane, il più grande campo archeologico visita del sito di Puymin e del museo archeologico. Pranzo libero. Nel pomeriggio l’escursione prosegue a Nyons circondato da montagne, il paese gode di un microclima dolce e soleggiato, è chiamato la Piccola Nizza. La zona di Nyons sembra stata abitata dal Neolitico, in seguito dai celto-liguri della tribù Noiomagenses. Nella regione sono coltivati vigneti, olivi alberi da frutta. Proseguimento per Crest famoso per la torre più alta di Francia, che risale al XII secolo, parte di una grande fortezza a guardia delle Prealpi della Drôme. Smantellata sotto Luigi XIII, nel 1633, rimase solo la torre, che fu adibita a prigione fino al XIX secolo, ora è un museo che illustra la vita della società nel medioevo. Le sue misure sono impressionanti: 32m di lunghezza, per 20m di larghezza e 52m di altezza. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

30/05 Valence- Fontaine de Vaucluse (pranzo libero) -Abbaye de Sénanque- Gordes- Aix-en-Provence

Prima colazione in Hotel e partenza con il pullman per Fontaine de Vaucluse, il villaggio delle Chiare, fre-sche dolci acque del Petrarca. Il poeta, infatti, si era ritirato a vivere a Fontaine de Vaucluse, presso le sor-genti del fiume Sorgue, nella speranza di trovarvi pace per il suo cuore malato d’amore per Laura. Dalla piazza della colonna dedicata al poeta parte un sentiero che lungo il corso d’acqua, porta allo sbocco, sotto la falesia, del fiume sotterraneo. Questa è una delle sorgenti fra le più potenti e profonde del mondo. L’esplorazione dell’abisso è iniziata nel 1878, attualmente il record è di – 315m e non è stato toccato il fon-do. Lungo il fiume, un antico mulino ad acqua, rimesso in funzione, serve a macerare la stoffa per farne carta profumata ai fiori di Provenza. Pranzo libero. L’abbazia cistercense di Sénanque è stata fondata nel 1148 nel piccolo canyon isolato di Sénancole, sull’altopiano di Vaucluse. La piccola valle è un’oasi di pace dove il tempo si è fermato già tanti secoli fa in mezzo alle distese di odorosa lavanda. È una delle tre sorelle cistercensi della Provenza, con le abbazie di Sylvacane e il Thoronet. Gli edifici sono austeri e spogli, come vuole la regola di san Bernardo, affinché nulla distolga il fedele dalla preghiera. Tornando indietro si può meglio ammirare il paese di Gordes, le cui case in sasso s’inerpicano lungo il fianco di una falesia dell’altopiano di Vaucluse. Questo sito è stato abitato dalla preistoria. Famose sono le costruzioni dette “Bories”, in sasso, senza alcun legante, che sono state abitate dalla preistoria al XIX secolo. Le loro origini restano misteriose; le più grandi erano adibite ad abitazione, le altre a stalle. Visita libera del paese, proseguimento per Aix en Provence, sistemazione in hotel cena e pernottamento.

31/05 Aix en Provence -Silvacane -Ansouis -Lourmarin (Pranzo libero) Bonnieux -Apt –Aix en Provence

Prima colazione in Hotel e partenza per l’Abbazia di Silvacane, una delle tre sorelle cistercensi provenzali. Il nome deriva da selva di canne, infatti questo era un luogo paludoso e desolato. Monaci venuti da Mori-mond cominciarono ad insediarvisi nel 1144, ma solo nel 1175 si cominciò la costruzione della chiesa. La decadenza iniziò alla fine del XIII secolo e culminò con la Rivoluzione quando l’edificio fu adibito ad azienda agricola. Attualmente fa parte dei Monumenti Francesi. L’escursione prosegue nel parco del Luberon alla scoperta di siti e paesi. Il Luberon è una zona montuosa divenuta Parco Naturale Regionale. Il parco si e-stende per 165.000 ettari su due dipartimenti: il Vaucluse e le Alpi di Alta Provenza, è riserva della biosfera UNESCO, vanta una grande varietà di specie animali e vegetali alcuni rari. Il punto più alto della montagna del Luberon è Mourre Nègre, a 1125 metri slm. La montagna è divisa in due parti il Piccolo Luberon e il Grande Luberon dalla comba di Lourmarin. Ansuis è uno splendido villaggio in cima a una collina ai piedi del castello, classificato come uno dei borghi più belli di Francia. Le botteghe presentano prodotti tipici dai “santons”, personaggi dei presepi, ai prodotti a base di olio di oliva. Lourmarin, a differenza dei villaggi della zona, non è arroccato su una roccia ma è adagiato ai piedi della Combe de Lourmarin, all’ingresso di un passaggio scavato dal fiume Aiguebrun nelle montagne calcaree. Lourmarin, classificato tra i più bei villaggi di Francia è famoso per la gastronomia, le botteghe d’arte e per due grandi scrittori del 1900 che vi hanno vissuto: Albert Camus e Henri Bosco. Pranzo libero. Nel pomeriggio l’escursione prosegue a Bonnieux, borgo salito agli onori della ribalta per aver ospitato le riprese di film hollywoodiani: i paesaggi sono mozzafiato così come il paese, bello, tranquillo, un posto dove il tempo è sospeso. L’escursione prosegue ad Apt l’antica Apta fondata da Giulio Cesare. Oggi Apt è uno dei centri principali per la produzione di frutti canditi. Accanto al paese medievale le vestigia romane come il Ponte di Saint Julien. Rientro in Hotel cena e pernottamento.

01/06 Aix en Provence -Rustel- Simiane la Rotonde (pranzo libero) -Jardins de l’abbaye de Valsaintes- Ma-nosque- Aix en Provence

Prima colazione in Hotel partenza per Rustel, a Roussillon i siti più importanti per l’estrazione e la lavora-zione delle ocre, sono visitabili. Vicino a Rustel il Colorado Provenzale dove diversi sentieri permettono di scoprire le bizzarre formazioni rocciose erose dagli agenti atmosferici. L’escursione prosegue a Simiane-la-Rotonde borgo medievale e rinascimentale arroccato su una collina. Pranzo libero. La visita prosegue all’abbazia di Valsaintes quarta abbazia cistercense di Provenza, discendente diretta da quella di Silvacane, che è oggi circondata da un giardino. Meravigliosa è l’armonia che si sprigiona da questa abbazia di origine cistercense, la cui chiesa abbaziale è stata restaurata e presenta belle volte, un cuore barocco, una cupola e delle vetrate dal simbolismo moderno. Il parco sulle sue antiche terrazze in pietra annovera più di 600 varietà di rose antiche e moderne insieme ad una moltitudine di altri alberi, arbusti e conifere. Sosta a Manosque, paese di Jean Giono, ricco di fascino, con piazze abbellite da fontane e caffè con i tavolini all’aperto, con pittoresche stradine, su cui si affacciano antiche abitazioni e a cui si arriva subito dopo aver attraversato l’imponente porta Saunerie. La rue Grande, molto animata, e i suoi edifici collocati dallo Stato fra i beni culturali del paese, come la chiesa romanica di Notre-Dame-de-Romigier, la chiesa romanico-gotica di Saint-Sauveur, il municipio dalla splendida facciata o, ancora, la porta Soubeyran, del XIV secolo. Rientro in Hotel cena e pernottamento.

02/06 Aix en Provence -Grasse (visita delle Profumerie) pranzo libero – Nizza – visita museo Chagall- La Spezia

Prima colazione in Hotel partenza per Grasse, la città è da secoli uno dei principali centri francesi per la produzione di profumi. In questa regione si producono anche alcuni dei fiori più pregiati di Francia, tra cui gelsomino, rosa centifoglia, lavanda, mimosa, fiori d’arancio e narciso. Pranzo libero. Nel pomeriggio trasferimento a Nizza per la visita del Museo Chagall che si trova sulla collina di Cimiez ed è contornato da un giardino ricco di piante mediterranee. Le linee austere dell’edificio contrastano nettamente con le capre dipinte a colori vivaci, i violini e gli esseri umani fluttuanti nell’aria che sono tipici dello stile magico di Chagall. Questo museo espone principalmente la visione biblica del pittore ebreo che tuttavia esprime un messaggio di pace universale. Rientro in Italia.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE

€ 985,00 (gruppo minimo di 25 persone) in camera doppia

€ 155,00 Supplemento camera singola

LA QUOTA COMPRENDE:

Viaggio Bus Gran Turismo

2 notti in hotel *** a Valence con trattamento di mezza pensione

3 notti in hotel *** a Aix-en Provence con trattamento di mezza pensione le prime due notti e BB ultima notte.

Cena del I° giugno in ristorante

Ingressi compresi: abbazia di Sénanque, Vaison-la-Romaine, Tour de Crest, Abbaye de Silvacane, Colorado Provençal, Jardins de Valsaintes, Museo Chagall Assicurazione medico-bagaglio

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Bevande ai pasti, pranzi liberi, assicurazione annullamento facoltativa (€ 45,00), mance ed extra in genere e tutto ciò che non è menzionato nella “Quota comprende”

Please follow and like us:

You can send your inquiry via the form below.